Home > Affresco caravaggio casino ludovisi

Affresco caravaggio casino ludovisi

Affresco caravaggio casino ludovisi

Michelangelo Merisi detto il Caravaggio, pittore provocatorio sino a quando i fatti luttuosi della vita lo fecero precipitare nel più cupo sconforto, aveva dimostrato un'inclinazione a infondere nelle sue opere una buona dose d'ironia. L'ironia si insinua in uno dei più antichi quadri di soggetto sacro del Caravaggio: Qui l'angelo musico che allieta la Sacra Famiglia, suonando la viola durante l'affannoso viaggio, r ichiama fedelmente la personificazione del Vizio dell'Ercole al bivio di Annibale Carracci oggi a Napoli: Più tardi l'ironia si spingerà al punto da indurre il Merisi ad adottare come modello di un dipinto privato, commissionatogli dal marchese Giustiniani, l' Amore vincitore ora a Berlino, il San Bartolomeo martire scuoiato vivo con la propria pelle in mano di Michelangelo che, fra i personaggi che popolano il Giudizio Universale della Sistina, è uno dei più tragici.

Il continuo passare dal sacro al profano e viceversa doveva rappresentare, per il Caravaggio, un connotato fondamentale del suo dileggiare i più illustri pittori che lo avevano preceduto, in particolare Raffaello e Michelangelo. L'irrisione in un certo senso dà conferma della natura ribelle del Merisi, ma nello stesso tempo ne rivela l'ambizione narcisistica di mettersi sul loro stesso piano. Quando Caravaggio fosse entrato in contatto con il potente porporato, amante delle arti, lungimirante, molto libero nelle scelte e nelle preferenze, ma nel contempo in linea con l'ala più intransigente della curia romana , non si sa, forse nel e comunque assai presto.

Fra i molteplici interessi del cardinale Del Monte, oltre alle arti e alla musica, spiccava anche quello per la sperimentazione alchemica, che il presule praticava probabilmente in modo empirico e con risultati che non appartengono alla categoria della scienza. La villa di Porta Pinciana era stata acquistata l'anno precedente insieme a una vigna da Francesco Neri. Il piccolo gabinetto alchemico, della dimensione di uno studiolo, si trovava e si trova in un ambiente di passaggio al piano nobile, ma curiosamente pochi storici dell'arte si erano accorti della singolare decorazione del soffitto, dimenticata forse per l'offuscamento e il cattivo stato di conservazione, nonostante la citazione nelle fonti antiche.

Solo dopo il restauro, ultimato nel , le figure che campeggiano sopra la testa di chi vi passa sotto hanno riacquistato la loro piena identità. Sono tre divinità mitologiche: Giove, Nettuno e Plutone, intorno a una sfera celeste che simboleggia il cosmo, entro la quale si vedono quattro segni zodiacali e due globi luminosi. I tre sono rappresentati in pose prospetticamente ardite , come solo un grande pittore riesce a fare: Nettuno è a cavalcioni di un cavallo marino dalle zampe palmate.

Le figure sono viste dal basso con un vertiginoso e virtuoso effetto di scorcio. Doveva allora trovarsi a Roma già da alcuni anni, ma dove fosse stato prima, nessuno lo sa. Insomma, nel soggetto mitologico e nella resa pittorica si arrende, temporaneamente, alle abitudini della sofisticata e tradizionalista corte romana. Una curiosità: Persino Cerbero, con tre teste, potrebbe essere il ritratto del suo amato cane Cornacchia.

E avrete ragione. Curiosità 0 Commenti. Popolari Recenti Commenti. Merci Monsieur Dutuit 19 Dicembre Film 15 Marzo Saint Stephen in the Round 2 Aprile

Gli affreschi alchemici di Caravaggio a Casino Ludovisi

Riprendiamo dal sito de Il sole 24 ore dell'1 gennaio un articolo di Marco Bona Castellotti. Restiamo a disposizione per l'immediata. Caravaggio, affresco del Casino Ludovisi, olio su muro, ca. Dal momento che Caravaggio era più abile con i colori a olio e con le tele. Il Casino dell'Aurora è l'unico monumento rimasto a Villa Ludovisi. Sulla strada della “Dolce vita”, tra gli alberghi e i caffè di via Veneto. Il Casino dell'Aurora, ad oggi, è l'unico edificio superstite della splendida Villa Ludovisi, costruita nel per opera del Cardinale Ludovico Ludovisi. dell' Aurora, da cui prende nome il Casino; l'affresco fu realizzato da Guercino nel Gli Elementi e l'Universo con segni zodiacali” del è riferito al Caravaggio. Giove, Nettuno e Plutone è un dipinto eseguito dal pittore italiano Caravaggio intorno al , e conservato nel casino di Villa Ludovisi . Naturalmente se Caravaggio conosceva certamente gli affreschi della Farnesina, è difficile dire se . Gli affreschi alchemici di Caravaggio a Casino Ludovisi. Quando nel il Cardinal Del Monte divenne proprietario della vigna vicino a Porta. Casino Boncompagni Ludovisi (dell'Aurora Ludovisi) All'interno dell'edificio, nella Sala dell'Aurora, si ammira il celebre affresco a tempera del Guercino, attribuito a Caravaggio, secondo la notizia riportata dal Bellori.

Toplists